Home

News

La Bestia Carenne | open act Malaoria

Nessun commento Evento

L’ Associazione Arci Mumble Rumble è lieta di presentare
Sabato 25 marzo 2017

La Bestia Carenne live

opening act Malaoria

—————————————————————————————————————————————

“Coriandoli” è il titolo del nuovo disco de la bestia CARENNE, in uscita il 24 febbraio per Bulbart con licenza Creative Commons a tre anni dal precedente “Catacatassc’” (2014) e a sei dall’ep “Ponte” (2011). Artisticamente autoprodotto, “Coriandoli” è stato registrato tra l’isola di Procida, Cuma e il centro storico di Napoli, dove il quartetto napoletano ha sigillato nove canzoni imprevedibili, sorrette da una visione del folk spiccatamente obliqua e mescidata fra acustico elettrico ed elettronico, accorpando disparati frammenti sonori e suggestioni assortite in una forma di cantautorato viscerale, che preme sulle costole di chi ascolta immaginando architetture vorticose.
Immaginate se per uno strano scherzo del tempo i cantautori italiani del Folkstudio si trovassero catapultati al Club to Club e viceversa. Ecco, il suono de la bestia CARENNE sta lì. In una dimensione inimmaginabile ma concretizzata da queste canzoni dagli equilibri complessi eppure fertili, dove il suono non è lucidato a puntino ma neanche lo-fi e la bestia si nutre di molteplici pietanze.
Traccia dopo traccia spuntano infatti sequenze elettroniche, casse dritte, ricami di acustica, rimasugli funky-rock suonati in un bar di Kabul degli anni ’70, brevi lande di synth cementizi, bassi che incedono guardinghi, gracidii di elettriche, code di dolceamara indolenza desertica, elementi di musica concreta vissuti come oggetti sonori. E poi soluzioni armoniche e ritmiche che ritornano lungo la tracklist e connettono fra loro le tracce. Tutto ciò mentre la voce è sempre un po’ inquieta e le parole sono tremori di dolore, rospi sputati, colpi di scalpello, getti di sangue e umori, versi da tenersi stretti.
“Coriandoli” apparentemente è un disco da ascoltare nella sua interezza e a cui dedicare tempo e attenzione: nonostante ciò nasconde un singolo radio schizofrenico e ballabile come “La notte di San Giovanni”, ovvero l’electro-punk in salsa Carenne. E intanto si sente debitore verso il passato aprendosi con uno stretch-reverse dell’ultima traccia di “Catacatassc’” e chiudendosi con “Le mosche”, brano che ha la palpitazione “di chi attraversa l’ultimo covo, l’ultimo tunnel, l’ultimo tormento, l’ultima prigione, l’ultimo drone. Perché alla fine, forse, la bestia esce dalla gabbia e respira.” E l’aria è tutta piena di coriandoli.

la bestia CARENNE è una band campana che si inserisce nel panorama della canzone d’autore e del folk italiano e si nutre di: GIUSEPPE DI TARANTO
ANTONELLO ORLANDO
PAOLO MONTELLA
GIUSEPPE PISANO

LA BESTIA CARENNE respira dall’Ottobre 2011, quando nasce come progetto unitario e definito grazie all’ep
autoprodotto dal titolo Ponte.
Il suo è uno spettacolo che affonda le radici nella canzone d’autore e nel folk italiano per poi rifiorire alla
luce di sonorità ora rock ora gitane. Un ascolto impegnato e contemplativo può senza soluzioni di sorta
mescolarsi a un coinvolgimento puramente scandito dal ritmo: il live ha un impatto sul pubblico immediato.
I membri de La Bestia Carenne alternano sul palco chitarre, ukulele, banjo, tromba, violino, flauti, basso,
cajon, percussioni, voci e urla, amalgamandole nel rispetto e nelle possibilità che offre il contesto che
spesso presta il fianco a una fiorente promiscuità artistica.

————————–————————–————————–————

Malaoria sono una band irpina nata nel novembre 2013.
Nell’aprile 2014 presentano il loro primo album “Vittime”,disco composto da sette tracce inedite,tutte in italiano, in cui miscelano rock puro con grunge e alternative senza tralasciare le melodie e le sonorità del rock made in Italy.
Nei pochi anni di attività i Malaoria vantano diversi passaggi in radio sulle emittenti nazionali “Radio Latte e Miele” e “Radio ARC” e la partecipazione alla finale del festival “Adesso Musica Italiana” grazie alla quale compaiono,con il brano “Anche se scotta” nel disco prodotto dalla manifestazione e diffuso in gran parte dei negozi di dischi nazionali.
Sound intenso e cattivo che miscela rock puro con grunge ed alternative,legato da testi in italiano che non tralasciano le melodie del rock made in Italy

————————–————————–————————–————————–————————–——-

Ingresso 3 €
Ci teniamo a dirvi che tutti i fondi che entrano nella cassa del circolo sono finalizzati a finanziare tutte le nostre attività: scuola di musica “Angelo Mutarelli”, sala prove, concerti, cineforum, teatro, spettacoli. I gruppi, gli artisti e le persone che lavorano all’interno hanno costi che vengono sostenuti con i fondi recuperati dalla cassa, dal bar e dalle diverse realtà che costituiscono l’associazione.
#stayindependent

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: