Home

News

Dj for Chatila

Nessun commento Evento

A very special night with:

# DJ Rogo
# Youthman
# DJ Cypriot
# O’ Falso Bahiano
# DJ Kowu
start ore 21:30

ore 20 collegamento con un attivista del ” Comitato con la Palestina nel cuore” di Roma

L’intero ricavato sarà devoluto a sostegno del progetto dell’associazione Assomud per l’acquisto di un gruppo eletroggeno nel campo profughi di Chatila in Libano e sarà consegnato dalla prossima delegazione del Comitato “Per non dimenticare Sabra e Chatila” che si recherà in Libano a settembre in occasione del 35° anniversario del massacro di Sabra e Chatila.

—————
di seguito l’appello del Comitato:

Per non dimenticare Sabra e Chatila, per il Diritto al Ritorno, accanto al popolo palestinese
In Libano dal 16 al 23 settembre 2017, al via le iscrizioni per la delegazione italiana

Cari amici della Palestina,
anche quest’anno siamo pronti a raccogliere le adesioni e a formare una delegazione del Comitato “Per non dimenticare Sabra e Chatila” che si recherà in Libano il prossimo settembre in occasione del 35° anniversario del massacro di Sabra e Chatila.
Duemila abitanti palestinesi e libanesi dei campi di Sabra e Chatila, alla periferia di Beirut, vennero massacrati dal 16 al 18 settembre del 1982 da miliziani delle forze filo-israeliane, sotto la supervisione e con il sostegno logistico dell’esercito di Tel Aviv che aveva occupato da poche ore Beirut ovest. Pochi giorni prima le forze multinazionali, che avrebbero potuto difendere i campi profughi dopo la partenza da Beirut dei fedayin palestinesi e far rispettare l’impegno israeliano a non entrare nella parte occidentale della città assediata dal giugno precedente, si erano prematuramente ritirate. Sino ad oggi nessuno ha pagato, nessuno ha chiesto perdono al popolo palestinese e alle vittime dell’eccidio.
Il Comitato “Per non dimenticare Sabra e Chatila” è impegnato dal 2000, grazie allo sforzo dei compianti Stefano Chiarini e Maurizio Musolino, nell’ambito di un Comitato internazionale, a ricordare quel tragico evento, andando in Libano a portare solidarietà ai rifugiati palestinesi che vivono nei campi profughi, ospiti nel Paese del Cedri da oltre sessanta anni.
Anche quest’anno facciamo appello all’opinione pubblica italiana, ai democratici, agli uomini e alle donne di cultura, alla galassia delle Ong, ai politici, ai semplici cittadini, perché vengano in Libano allo scopo di:
– stare accanto ai palestinesi durante le celebrazioni del 35° anniversario del massacro
– conoscere la realtà di un popolo rifugiato
– chiedere alle autorità e alle forze politiche libanesi, con le quali il nostro paese ha ottimi rapporti di cooperazione, che venga fatto ogni sforzo per consentire ai palestinesi di avere una vita dignitosa
– ricordare che il Diritto al Ritorno è sancito dalla legge internazionale ma disatteso.
I nostri amici di Beit Atfal Assomoud – impegnati nella programmazione dell’evento al quale noi daremo il nostro contributo di solidarietà, insieme ad altre delegazioni di paesi europei e non – ci aspettano e contano molto sulla nostra presenza e sulla nostra solidarietà.
Il tema del diritto al ritorno per il popolo di Palestina, ignorato da troppi, dentro e fuori il mondo arabo-mediorientale, sarà al centro delle iniziative con cui i palestinesi che vivono nei campi profughi del Libano – oltre 400 mila persone – ricorderanno le vittime della strage e le cause della loro lunga diaspora, chiedendo al Libano e al mondo intero di non considerarli uomini e donne da dimenticare.
L’ebraicizzazione di Israele, l’espandersi delle colonie, le dichiarazioni fatte da Trump a Netanyahu – che segnano la fine dell’ipotesi “due popoli due Stati” – rappresentano la punta più alta del programma neocoloniale del sionismo, eliminando il diritto al ritorno dei non ebrei, dei palestinesi nati in quelle terre. La nostra presenza in Libano è finalizzata anche a denunciare questo trattamento intollerabile e razzista. E soprattutto vogliamo denunciare i nostri silenzi, quelli dell’Occidente, dell’Europa, del nostro Governo.
Per queste ragioni vi chiediamo di comunicarci nel più breve tempo possibile la vostra intenzione di partecipare, per consentirci di organizzare al meglio la visita.
Contiamo anche quest’anno di essere numerosi.
Grazie e cari saluti.

L’Associazione “Per non dimenticare Sabra e Chatila”

Seguiteci anche su Facebook:
https://www.facebook.com/Comitato-Per-non-dimenticare-Sabra-e-Chatila-1399308233422591/?fref=ts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: