Home

News

Bob Marley b-day Party

Nessun commento Evento Live Music News

Un MumbleRumble colorato e festante si appresta a celebrare l’icona della musica reggae e della riscossa per gli abitanti dei ghetti di tutto il pianeta

Bob Marley birthday party

martedì 6 febbraio 2018 – h.21.30
con Salerno Reggae Family, dj Frass from Jamaica & dj Jinkas from Gambia

#ingressogratuito


Dalla sua morte per un cancro nel 1981, Marley è diventato più che la più famosa esportazione musicale della Giamaica. Il suo messaggio di unità e rispetto resta un faro di speranza per tutti noi.
Ci sono pochi altri artisti che come Bob Marley hanno unito tutto il mondo.
Il suo messaggio di pace, libertà e lotta per i diritti attraverso le sue canzoni e non solo, continua a essere potente, a 36 anni dalla morte prematura.
Il 6 febbraio 1945 Robert Nesta Marley, meglio conosciuto con il solo diminutivo Bob, nasceva in quel di Nine Mile, da madre giamaicana e padre britannico. I rapporti tesi con la famiglia d’origine del marito, Norval Marley, capitano di Marina, costrinsero Cedella Booker, la madre di Bob, a cercar fortuna altrove. Lasciata Nine Mile, madre e figlio, si trasferirono a Trenchtown, un sobborgo di Kingston, la capitale della Giamaica.
Oggetto di bullismo e discriminazione da parte dei compagni e visto con sospetto dalla società giamaicana, Bob – da subito – cercò di affrancarsi da quel contesto di povertà e miseria da cui proveniva. Lasciata ben presto la scuola e imparato il mestiere di elettricista, Bob si appassionò alla musica grazie all’amicizia con Neville O’Riley Livingston, celebre cantante e percussionista giamaicano. Dopo un inizio difficoltoso, data l’inesperienza e la mancanza di mezzi di sostentamento, i due fondarono insieme il gruppo The Wailers, salvo poi dividersi per inseguire una carriera da solisti.
Il successo non tarda ad arrivare. Con i ritmi tipici della sua terra, Bob imprime una decisa svolta alla sua carriera musicale. La sua voce, così carica di note e sfumature, così bassa e vibrante, catalizza l’attenzione del pubblico sui temi caldi: l’emarginazione, il rifiuto per l’odio razziale, l’esaltazione dell’amore per Dio, i colori del mondo e la grazia di essere nati liberi, fanno di Bob Marley il simbolo dell’emancipazione giovanile.
Una carriera impressionante e fulminea durata lo spazio di un ventennio: il simbolo di un’intera nazione, l’idolo delle folle e dei fans, muore prematuramente a soli 36 anni per un melanoma maligno, lasciando il mondo orfano di uno dei figli più promettenti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: