Home

News

Becoming///Animal + Amklon live

Nessun commento Evento Live Music News

QUESTA SERA!una di quelle date che difficilmente dimenticherete!!!
No Project e OHMe presentano
sul palco del circolo Arci Mumble Rumble(via Loria, 35 – Salerno)
una serata dedicata al duo italo-scozzese Becoming /// Animal : Massimo Pupillo, bassista degli Zu,
e la leggenda della new wave d’oltremanica Gordon Sharp, voce dei This Mortal Coil e dei Cindytalk.
L’apertura della serata sarà affidata agli Amklon, duo impro-avant-noise di Napoli.
Ad aprire e chiudere lo show dj set a cura di Bogart&Sisio
Noi vi abbiamo avvisato.
Questa sera, 10 aprile 2018, a partire dalle 21.00…
dove se non al Mumble Rumble di Pastena?

“…come vagare per un sentiero di montagna e scoprire una comunità composta da animali angelici e musicisti ricoperti di ghiaccio.”
I Becoming///Animal per The Wire: Adventures In Modern Music.

GORDON SHARP

Da una delle molteplici intuizioni di Ivo Watts-Russel, boss della 4AD, etichetta che, grazie a scelte precise di tipo artistico, culturale e musicale, era diventata una garanzia assoluta per coloro che amavano una certa new wave atmosferica, cupa e dai forti significati simbolici, nascono i THIS MORTAL COIL. Un progetto “aperto” a cui daranno il loro contributo le migliori espressioni della stessa label e non solo. Nel 1984 viene pubblicato il primo album “It’ll End In Tears”, capolavoro dal travolgente impatto emotivo ed intriso di quell’emozionante sensibilità di cui t’innamori. La voce di Gordon Sharp, accanto ad icone vocali quali Lisa Gerrard dei Dead Can Dance e Liz Fraser dei Cocteau Twins, è quella che maggiormente spicca. Il singolo Kangaroo, a cui l’artista, assieme ai brani Fond Affections e A Single Wish, da il suo contributo, rimane al secondo posto della Uk Indie Chart per 20 settimane.
Il prossimo 10 aprile ospiteremo un pezzo della storia della New Wave. E non dite che non vi abbiamo avvisato.

MASSIMO PUPILLO

Maggiormente conosciuto come bassista e leader degli ZU, Massimo Pupillo è sicuramente uno dei musicisti italiani più innovatori ed apprezzati in ambito internazionale. Una carriera ventennale farcita da oltre 60 album e più di 2000 concerti in tutto il mondo. Ma soprattutto un’abitudine musicale molto aperta e sperimentatrice, che lo hanno portato ad avere decine di collaborazioni con musicisti e artisti provenienti da sentieri molto diversi. Dalla musica classica con il duo pianistico di Katia e Marielle Labeque alla musica contemporanea con la soprano Barbara Hannigan o con il pioniere della musica elettronica Alvin Curran, da icone del rock come Mike Patton dei Faith No More, The Melvins, Steve Albini, Bob Weston degli Shellac a figure della musica sperimentale come F.M. Einheit degli Einstuerzende Neubauten, David Tibet dei Current 93, Stephen O’Malley dei Sunn O))), Damo Suzuki dei Can, Oren Ambarchi, ecc., fino a pesi massimi del free jazz come Peter Brötzmann o Toshinori Kondo. E’ inoltre protagonista in vari progetti musicali paralleli come Laniakea assieme a Daniel O’Sullivan e a Jessica Moss, Original Silence con Thurston Moore e Mats Gustafsson, Uruk con Thighpaulsandra dei Coil, Stefano Pilia, Ken Vandermark e molti altri.

A Massimo Pupillo dovrebbero dare una laurea honoris causa per come, ogni volta, riesce a collaborare con artisti parecchio distanti dal background dal quale è emerso, e per come proprio da questi riesca a tirar fuori il meglio. Questo (relativamente) nuovo progetto Becoming Animal altro non è che il parto della collaborazione con lo scozzese Gordon Sharp aka Cindytalk, ed è l’ennesimo centro pieno nella carriera del bassista degli Zu. Dalla collaborazione è nato un album – A Distant Hand Lifted – licenziato dalla (sempre in forma) label austriaca Trost Records. Album che, a ben sentire, ricalca le coordinate nelle quali i due si sono mossi in passato, restituendole però con una luce nuova, molto più devota a un’ambient harsh e sporcata che a industrial o improvvisazione tout court. Pare proprio di sentire le abrasioni del Fennesz più anarchico portate sottoterra, ammantandole di una patina dark scarna e tetra. Che non si dica che non v’abbiamo avvisato.

ticket 8 euro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: